RASSEGNA STAMPA

LA FATA MATEMATICA

Un momento di teatro poetico, essenziale, mirabilmente recitato, dove parola, immagini e suoni, passione e pensiero si fondono nei quadri che scandiscono la rappresentazione

LA MELA DI ALAN

Turing, matematico e informatico, di primo acchito potrebbe risultare un personaggio freddo, lontano da sentimenti, passione e stupore, ma Valeria Patera è riuscita a creare un soggetto molto vicino all’immagine di un artista, lavorando “sulla leggerezza nello spettacolo tra gioie, passioni e stupori e non, quindi, sugli aspetti ostici e pesanti del tema della scienza”.